Cucina Maiorchina, le Ricette di Maria Gibert ovvero l’Abuela Youtuber!

Cucina Maiorchina, le Ricette di Maria Gibert ovvero l’Abuela Youtuber!

Missione: salvare la cucina maiorchina. "Bisogna dedicare tempo a cucinare, perché il tempo dedicato alla cucina non è tempo perso, è vita e salute."

0
SHARE
Cucina Maiorchina - Maria Gibert, Abuela Youtuber
Cucina Maiorchina - Maria Gibert, Abuela Youtuber. Immagine Facebook

La cucina maiorchina spiegata da Maria Gibert, “abuela” (o padrina, per dirlo in maiorchino) di Youtube.

Dal 2012 presente sul social network, insegna l’arte culinaria dell’isola.
Un fenomeno discreto e silenzioso, che riunisce attorno a sé oltre 14.000 fan, che quotidianamente si affidano all’esperienza di Maria per preparare pranzi e cene. E non mancano i complimenti e i ringraziamenti per aver reso il momento della preparazione dei pasti molto più semplice e produttivo, con risultati gustosi e sorprendenti!

In una recente intervista rilasciata al Diario di Maiorca, Maria Gibert racconta la sua storia e il suo progetto, che potrebbe definirsi una vera e propria missione: mettere in salvo la cucina maiorchina.

79 anni, Maria, che dalla cucina di casa sua gira video per trasmettere la propria arte ai cuochi amatoriali di tutto il mondo. E i risultati non mancano. Poco a poco sta archiviando un immenso patrimonio di ricette in formato digitale.

Oltre a insegnare trucchi e segreti della cucina maiorchina, la signora Gibert comunica gioia ed entusiasmo, valori altrettanto importanti da salvaguardare.

Afferma “La cucina è la mia vita, è il luogo dove sono felice e allegra”. E intanto per la strada la gente la ferma per complimentarsi con lei e per ringraziarla. Insomma, un successo che parte dalla rete e che trova riscontro nella vita reale.

Il segreto del suo successo è la capacità di recuperare ricette sane, semplici e gustose. E Maria in questo è un’esperta, avendo imparato il lavoro di cuoca da sola, da piccola, quando dovette farsi carico di cucinare per una famiglia composta da sette fratelli. Aguzzò l’ingegno e mise mano ai fornelli, dando inizio a una carriera che non avrebbe mai immaginato potesse avere simili risvolti.

La signora Gibert entra nelle case di migliaia di cuochi dilettanti grazie alle sue ricette e all’aiuto di suo nipote Joan che si occupa della regia, mentre la nipote Maria Antònia, fa da Social Media Manager (però a rispondere è sempre lei, Maria!).

La cucina maiorchina è una cucina semplice, ricca di verdure e prodotti sani che rispecchia in tutto e per tutto l’anima di questa terra. Maria scopre odori e sapori e reinterpreta i piatti che prova, per poi condividerli con tutti i suoi fan. Le sue prime fan furono le amiche, che nel momento in cui rimase vedova la spinsero a coltivare la sua passione in forma didattica, facendosi insegnare le tecniche e i segreti per sfornare tali manicaretti. E fu così che dal farsi carico di eventi familiari e merende con amiche approdò in rete, dove non esistono limiti.

Maria è contenta perché a 79 anni vive una vita all’insegna di ciò che più le piace, con grandi risultati e generando piacere e felicità tra i propri commensali diretti e indiretti, ossia tutti coloro che provano le sue ricette cucinate per mano d’altri.

Ai giovani consiglia “Seguite la cucina maiorchina, non bisogna perderla!Bisogna dedicare tempo a cucinare, perché il tempo dedicato alla cucina non è tempo perso, è vita e salute.

Ecco alcuni punti chiave di Maria Gibert:

  • L’unica cosa moderna che usa sono le fruste per montare a neve.
  • L’elemento fondamentale della sua cucina è la pentola in terracotta.
  • Quando mangia fuori, ordina solo piatti che lei non cucina.
  • Le piace la cucina italiana ed è solita cucinare anche ricette di Ibiza e Minorca.
  • I prodotti freschi si comprano al mercato (pesce all’Olivar).

E per concludere, pronti a mettersi alla prova con una delle più celebri ricette della cucina maiorchina? Coca de Verdures! A voi l’onore.

Video e immagini sono tratti dal canale Youtube Recetas Mallorquinas e dalla Pagina Facebook Ufficiale di Maria Gibert.

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY