Home ISOLA Filippo Nardi – Dal GF a Maiorca

Filippo Nardi – Dal GF a Maiorca

Ecco Peché Voglio Vivere a Maiorca! Filippo Nardi Racconta la sua Scelta e la Voglia di Intraprendere una Nuova Avventura in Pieno Mediterraneo

0
Filippo Nardi in Console a Maiorca
Filippo Nardi in Console

Filippo Nardi sbarca a Maiorca, ed è amore a prima vista.
Complici l’estate e i colori dell’isola, Filippo ha deciso: vuole vivere a Maiorca.
Com’è noto ai più, quando Filippo vuole qualcosa, niente è in grado di arrestare la sua corsa verso l’obiettivo (“Dove sono le mie sigarette” , ndr).

Chi non ricorda infatti il celebre episodio in cui l’ex GF ha stravolto le aspettative della produzione, battendosi per un trattamento più umano e chiedendo un’elasticità di ragionamento che andava al di là delle regole del gioco?
Era il 2001. Sono passati 15 anni. La sua protesta per le sigarette è un pezzettino di storia della TV italiana, e lascia chiaramente intendere la determinazione dell’allora trentenne Filippo Nardi.

Ora gli anni sono un po’ di più, il sorriso non è cambiato e lo sguardo nemmeno. Le sigarette sono sempre a porata di mano, così come l’entusiasmo e la voglia di fare.
Ante e post Grande Fratello, Filippo ha lavorato nel mondo dello spettacolo, davanti e dietro alle telecamere, senza mai abbandonare serate ed eventi. E sono ormai trent’anni di musica, tra dj e produttore discografico.
Poliglotta e cittadino del mondo, eccolo ora a Maiorca.

Perchè Maiorca? Chiediamolo a lui!

Filippo a Maiorca, prova bus superata! - Baleari
Filippo a Maiorca, prova bus superata!

Filippo, perchè Maiorca?
Maiorca perchè è mediterranea. Ho voglia di vivere in un paese mediterraneo che non sia l’Italia. E nemmeno la Francia.

Però Maiorca è un’Isola…
Altra cosa che mi intriga. Il fatto di essere un’isola ha un potrenziale attrattivo molto forte. Vivere su un’isola è un’esperienza che vorrei provare, anche se in realtà ho vissuto buona parte della mia vita su un’isola, in Gran Bretagna, un’isola grandissima!

Cosa ti ha colpito di Maiorca in questi giorni di perlustrazione?
La gente sorride. La relazione con il prossimo è aperta e gentile. In generale, le persone che ho incontrato, hanno fatto uno sforzo nella comunicazione. Dedicare del tempo alla conversazione con uno straniero disorientato non viene percepito come una seccatura, anzi. Questo mi ha colpito. E poi mi ha colpito il taxista, per il suo buon livello di inglese. “Dai tassisti si può capire molto di un paese” mi diceva sempre mia mamma.

Cosa vorresti fare qui a Maiorca?
Non ho un lavoro dei sogni. Per ora ho preferito dedicarmi alla scelta del luogo! In generale mi piace lavorare in settori dove la relazione e la comunicazione hanno un ruolo importante, mi piace il mondo degli eventi e gli ambienti internazionali. Qui a Maiorca tutto questo è realtà, quindi è un ottimo punto di partenza per dare il via al cambio.

Quindi, adios Italia. Ci vuole più coraggio per partire o più coraggio per restare?
Ci vuole coraggio a partire e lasciare tutto. Però più che di coraggio io parlerei di onestà con se stessi. Tanta gente è infelice nella situazione in cui si trova, e dice “Beato te che vai! Se io potessi…”. E la mia domanda è “Perchè non puoi?”
Molte volte siamo noi stessi a crearci limiti dentro i quali costruire la nostra esistenza. Molte volte è proprio fuori da questi limiti che inizia la vita.

Filippo Nardi, una Nuova Avventura - A Maiorca
Filippo Nardi, una Nuova Avventura

Allora, buon viaggio Filippo! 🙂

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here