Home ISOLA Mallorca, il mostro delle salviettine umidificate. Ecco perché è importante rispettare l’ambiente.

Mallorca, il mostro delle salviettine umidificate. Ecco perché è importante rispettare l’ambiente.

Il 'monstruo' de las toallitas húmedas ovvero il Mostro delle salviettine umide arriva nelle fogne di Mallorca, causando 7 intasamenti su 10 del sistema fognario

0
Il mostro delle saviettine igieniche - EMAYA - Diario de Mallorca
Il mostro delle saviettine igieniche - EMAYA - Diario de Mallorca

Il mostro delle salviettine umidificate invade l’isola, o meglio, la intasa. Sembra incredibile eppure è proprio così. Secondo quanto segnalato oggi da un articolo del Diario de Mallorca, esiste un mostro delle salviettine, e ad affermarlo è Emaya, l’impresa che gestisce la nettezza urbana dell’isola.

La quantità di salviettine umidificate che vengono tirate negli scarichi nella maggior parte dei casi non sono biodegradabili, e intasano la rete forgnaria. Il dato è impressionante: sette intasamenti su dieci sono causati proprio da questo prodotto.
Altro dato interessante, ogni anno 1000 tonnellate di rifiuti vengono buttati nel wc non correttamente, finendo nei depuratori.

Le conseguenze di comportamenti sbagliati come questo si ripercuotono sull’ambiente, e a lungo andare i danni sono irreparabili. Bastoncini per l’igiene del condotto uditivo, tampax e assorbenti, fanno parte della classifica.

Il problema dell’eliminazione dei rifiuti e degli scarichi in mare è molto delicato, per questo ognuno, turista o residente, deve prendere consapevolezza a livello personale e correggere alcune abitudini estremamente dannose per l’ambiente.

La porta voce di Emaya afferma che “L’eliminazione domiciliare via wc di questi residui solidi con grande superficie e grande capacità di assorbimento, fa sì che restino agganciati a qualsiasi irregolarità del sistema fognario, con conseguenti intasamenti e danni agli impianti, i cui lavori di riparazione saranno a carico dei cittadini.”

Insomma, il 46% dei casi di ostruzione ha all’origine una salviettina umidificata. Secondo quanto denunciato dalla OCU (Organización de Consumidores y Usuarios) infatti, tali salviettine non sono biodegradabili. Non essendo composte al 100% di cellulosa, ma contenendo parti di fibra sintetica, non si dissolvono con la stessa rapidità della carta igienica. Per essere definite biodegradabili dovrebbero appunto degradarsi come minino del 60% dopo due mesi. Secondo le analisi eseguite, nessuna delle salviettine umide in commercio supera il 5% durante i due mesi.

Maggiore coscienza e sensibilità verso l’ambiente sono come sempre il  cambio che ogni individuo può mettere in atto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here