Panades, una delizia d’alta panetteria maiorchina con una storia antichissima!

Panades, una delizia d’alta panetteria maiorchina con una storia antichissima!

Le Panades, specialità di panetteria maiorchina dalle origini antiche e dal gusto irresistibile, da non perdere se si è sull'isola! Scopriamone la storia!

0
SHARE
Panades - Specialità Maiorchina
Panades - Specialità Maiorchina

Panades! Cosa sono queste prelibatezze che si trovano in tutte le panetterie maiorchine e nei forni che si rispettino dell’isola?

Le Panades sono un prodotto tipico dell’isola, che si trova tutto l’anno, e che è d’obbligo provare se si passa di qui.

La pasta delle panades è fatta con farina, saïm (l’immancabile strutto), acqua, sale e lievito. Il ripieno tradizionale è di carne d’agnello, pancetta e un tocco di sobrassada. In realtà oggi si trova spesso la ricetta che include i piselli, e l’alternativa senza agnello e con solo piselli, pancetta e sobbrasada. Per chi non ama la carne, ci sono anche la versione con mussola, in italiano palombo, un pesce non pericoloso della famiglia degli squali.

L’origine delle panades è antichissima, e relazionata con il giudaismo. Nel XV secolo, infatti, con l’avvento dei Re Cattolici, marranos e moriscos furono costretti a convertirsi al cristianesimo rinnegando la propria fede, oppure a lasciare il paese. Il risultato fu da una parte un’importante diaspora e dall’altra un fenomeno di conversione di massa.

Tutti gli ebrei che si convertivano al cristianesimo dovevano dimostrare pubblicamente la loro presa di distanza dalla religione di provenienza, e mangiare maiale davanti a tutti era un’ottima prova di cristianità!

Le panades che conosciamo sembrano essere una rivisitazione di un piatto già esistente nella cucina ebraica, tanto che anche la Talmud ne parla, con il nome di paixtida.
La ricetta era senza lievito e con carne di agnello, e pare che siano stati gli stessi ebrei convertiti ad aggiungervi sobrassada e saïm, per provare alla comunità locale che non vi fosse alcuna reticenza nel mangiare maiale. Si può così parlare di una cristianizzazione della paixtida nella sua trasformazione in panada.

Uno dei fattori di successo delle panades risiede nella loro capacità di conservare la carne per periodi più lunghi rispetto ad altri metodi di cucina. Il fatto di essere avvolta da una pasta di farina, consente una durata maggiore del prodotto.

Le panades sono un piatto tradizionale della semana santa, anche se al giorno d’oggi è possibile mangiarle in qualsiasi momento dell’anno.
Sono perfette sia come merenda che come pasto, ma soprattutto sono irresistibili!

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY